1960 UOVA ALLA RICOTTA DI ALBERTO LIONELLO

lci aprile 1 _Fotor

Lei è un buongustaio?” Lionello sospirò, senza rispondere. “Mi spieghi il significato di questo sospiro. Cosa c’è? Soffre di stomaco? Oppure di fegato?” La risposta dell’attore fu “ Io? no. Non soffro di niente, soffro solo di fame.

Finisce così l’intervista ad Alberto Lionello su La Cucina Italiana dell’aprile 1960. Per le Massaie nate da più di 45 anni come me, il suo volto risulta familiare, amico. Ha fatto tv, tanto teatro impegnato e poi il cinema: Steno, Luciano Salce, Dino Risi, Pietro Germi lo hanno diretto in film che abbiamo visto mille volte. Mostri sacri del cinema italiano.

Attore di talento, buona forchetta e cuciniere capace, stando alla bontà delle sue Uova alla ricotta. Provatele.

La ricetta è nella rubrica massaica Ieri e oggi su La Cucina Italiana ora in edicola.

 

Alberto-Lionello-2-770x439_c

 

lci aprile 1

 

lci aprile 2

L’intervista su La Cucina Italiana aprile 1960

IMG_9073

Quella che segue è la fortunatissima sigla di Canzonissima 1960, La La La, cantata da Lionello.

Alcune pagine dal numero del 1960

IMG_9080

IMG_9052 IMG_9054 IMG_9055 IMG_9057 IMG_9058 IMG_9059 IMG_9060 IMG_9061 IMG_9062 IMG_9063 IMG_9064 IMG_9065 IMG_9066 IMG_9067 IMG_9068 IMG_9069 IMG_9070 IMG_9071 IMG_9072  IMG_9075 IMG_9076 IMG_9077 IMG_9078 IMG_9079